Signore mi hai visitato

Signore mi hai visitato
Dalla finestra un albero
i rami nudi contro il cielo.
Forte la tentazione di lasciarmi andare.
E’ difficile lottare contro la solitudine.
Gli occhi stanchi,la testa vuota,
mi impediscono persino
di sfogliare un giornale.
Non so più niente del mondo
mi sento fuori da tutto,
lasciato da parte, solo.
Mi resta solamente la forza di pregare.
Lunghi rosari snocciolati nella notte
o preghiere spontanee:
Signore, sia fatta la Tua volontà.
E un giorno ho capito.
Ho visto spuntare le gemme
sui rami secchi dell’albero
e ho sentito una voce, dentro,
che diceva:
Non sei mai solo.

Signore mi hai visitatoultima modifica: 2014-05-29T22:26:43+02:00da noiamaria
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento